Mangiare avocado, perché si e perché no

Grazie al suo gusto esotico, dolce e cremoso, l’avocado è uno dei frutti più di successo negli ultimi anni. Ha tra l’altro numerose capacità nutritive che lo rendono ideale per chi punta ad un’alimentazione sana ed equilibrata. Occhio però, un uso eccessivo potrebbe essere addirittura dannoso.

L’avocado è ricco di potassio, fibre e vitamina C, oltre che grassi sani che riducono colesterolo e favoriscono l’assorbimento di sostanze nutritive negli altri alimenti (soprattutto le carote). Danno inoltre una sensazione di sazietà che contribuisce ovviamente a mangiare meno e perdere peso.

Alcuni nutrizionisti però ne sconsigliano un uso eccessivo. Le ragioni? Si parte dalle troppe calorie apportate (300 per un avocado) che per una donna di statura minuta intenzionata a perdere peso rappresenta addirittura un quarto del fabbisogno calorico quotidiano. Per questo motivo viene consigliato ad esempio una dose di un quinto quando si cerca di portare avanti una dieta calorica. Viene sconsigliato il consumo anche a chi soffre di malattie cardiache.