No, gli Omega 3 non fanno bene al cuore

La Cochrane, un’organizzazione che studia l’efficacia degli interventi sanitari più disparati, ha pubblicato una ricerca che sfata una volta per tutte quella che per molti è una sorta di “leggenda metropolitana”.

Parliamo degli omega-3 e delle presunte capacità di prevenire disturbi e patologie cardiovascolari. L’organizzazione ha documentato come l’impatto del presunto “salvacuore” è praticamente nullo nella prevenzione delle malattie cardiache.

Le pillole che si basano sull’olio di pesce in realtà possono sì avere effetti benefici su pressione sanguigna e colesterolo, ma non c’è nessun altro effetto benefico. Vale la pena ricordare che il business degli omega-3 oggi vale 30 miliardi di dollari all’anno e che anche per questo motivo diversi produttori hanno criticato la Cochrane per la ricerca. In particolare si parla della mancanza della mortalità cardiaca improvvisa nella lista dei disturbi che, invece, a loro dire rappresenta una percentuale di circa il 50% del totale.