Perché si sceglie la sigaretta elettronica

La scelta di utilizzare la sigaretta elettronica non è sempre una scelta dettata da un motivo universale e valido per tutti: da un lato, c’è chi decide di acquistare la sigaretta elettronica pur non avendo mai fumato in vita sua, spinto magari dalla voglia di provare qualcosa di nuovo senza cadere nel rischio di utilizzare prodotti dannosi per la salute come, appunto, le sigarette tradizionali. Dall’altro lato c’è chi invece, stanco di non riuscire ad eliminare l’abitudine del fumo – che è dannosa per i polmoni e non solo, in quanto potrebbe provocare malattie cardiovascolari, tumori e portare lentamente alla morte – decide di sostituire le tradizionali sigarette con quella elettronica.

Nel primo caso si tratta di una sensazione del tutto nuova, che si prova anche grazie alla possibilità di svapare i cosiddetti Liquidi Sigaretta Elettronica, che oltre a non essere dannosi come il fumo tradizionale – che avviene per mezzo del processo di combustione del catrame e del monossido di carbonio, totalmente assenti in questo dispositivo – possono regalare anche un gradevole gusto e profumo in bocca. Infatti, la sigaretta elettronica, anche nota con il nome di e-cig, utilizza per il suo funzionamento il glicole propilenico e la glicerina vegetale, che scalda rendendo possibile la fuoriuscita del vapore che viene poi svapato, ma ad essi si possono aggiungere anche dei liquidi fruttati ed aromatizzati.

Il vantaggio principale è, quindi, poter avere la sensazione di fumare senza realmente farlo: da un lato, si hanno le stesse sensazioni anche psicologiche legate al fumo della sigaretta – riduzione dello stress, per esempio – e dall’altro non si va incontro al danno che invece si ha con il fumo. Inoltre, l’uso di questi liquidi elimina del tutto sia il sapore, sia l’odore tipico che si ottiene con il processo di combustione e che spesso infastidisce chi ci sta intorno: e chi svapa l’elettronica non sarà costretto a masticare chewing-gum per eliminare l’odore della sigaretta, anche perché molti liquidi sono aromatizzati, e si può scegliere tra una vasta gamma di scelta secondo le proprie possibilità ed esigenze.

Nel secondo caso, sostituire il fumo con il vapore acqueo ottenuto dalla sigaretta elettronica rappresenta un importante passo in avanti per eliminare un vizio dannoso per la nostra salute: al fumatore si regalano le stesse sensazioni tipiche, ma si evitano i rischi per la sua salute a cui invece andrebbe incontro continuando ad utilizzare le classiche sigarette. Tumori, malattie cardiovascolari, ictus ed infarti prevenuti grazie allo stop al fumo e, forse, anche grazie a questo dispositivo!

Condividi!
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

2 commenti

  • Ciao, io svapo la e-cig da ormai 4 anni. A parte il primo mese che ho avuto qualche difficoltà inerente all’abitudine della gestualità differente che le normali sigarette hanno, per quanto riguarda invece il bisogno sia psichico che fisico di fumare, la e-cig non mi ha dato nessun problema. Parlando infine dei costi, io spendevo circa 50 euro al mese in sigarette che fanno 600 euro l’anno, invece con le e-cig spendo solo 150 euro l’anno.
    Quindi riassumendo hai gli stessi risultati, risparmi economicamente e sicuramente fanno molto meno male delle sigarette normali. Bisogna comunque dire che bisogna pensare alla e-cig come una automobile, cioè bisogna stargli dietro in termine di manutenzione, bisogna avere scorta di almeno 2 batterie da 1000 mAh, almeno 2 resistenze di ricambio e almeno 100 ml di liquido di scorta.

  • Secondo me fanno male anche questo tipo di strumento… ovvero respirare “vapore” al posto del Fumo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *